Studio di cue ceppi di lepstorpirose acquicole isolate in Argentina ed in Brasile
PDF

Como Citar

1.
Babudieri B. Studio di cue ceppi di lepstorpirose acquicole isolate in Argentina ed in Brasile. Rev Inst Adolfo Lutz [Internet]. 31º de julho de 1952 [citado 17º de junho de 2024];12(1-2):93-6. Disponível em: https://periodicos.saude.sp.gov.br/RIAL/article/view/33222

Resumo

É noto che nelle raccolte di acque che presentino determinate condizioni ambientali, prima fra queste una reazione neutra o debilmente alcalina, é facile trovare leptospire inocue, morfologicamente non distinguibili da quelle patogene.

Queste' leptospire aequicole sono state ripetutamente oggetto di osservazioni e di reeerche, speeie pel' ilsospetto che esse fossero in grado, passando attraverso l'organismo deI topo o deI ratto, di assumere caratteristiche di patogenicità. Dimostratasi successivamente insostenibile questa ipotesi, l'interesse dei ricercatori si rivolse particolarmenteallo studio delle caratteristiohe serologiche dei vari ceppi isolati. Mentre alcuni studiosi ritenevano che Ie varietà seroIogichedelle leptospire acquicole fossero pressocché infinite, altri invece, sia pure in base a ricerche limitate, riuscirono a dimostrare I'esistenza di affinità alle volte discretamente strette, fra ceppi isolati in località e in momenti diversi. ln genere, perô, tali affinità, si sono rivelate fra ceppi isolati in località poco distanti fra di loro ea esse, sono di eonseguenza facilmente spiegabili.

https://doi.org/10.53393/rial.1952.12.33222
PDF

Referências

1. - BESSEMANS,A., P. WITTEBOLLE e R. DEVUYOT - Rev. Belge Se. Méd. 11 : 275, 1939.

2. - BABUDIERI, B. e L. ARCHETTI - Rend. Inst. Sup, Sanità 10: 962, 1947 e Ann. Inst. Pasieur 75 : 552, 1948.

3. - ARAUJO, E. de - Brasil Médico 44,: 1.386, 1940.

4. - SAVINO, E. - Comunicazione verbale.

5. - BORG PETERSEN, C. - Acia Cono. Tert. de Trop. Morbis 1 : 396, 1938.

Creative Commons License
Este trabalho está licenciado sob uma licença Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Copyright (c) 1952 Breno Babudieri

Downloads

Não há dados estatísticos.